UNCHARTED: L'EREDITÀ PERDUTA

  • DATA DI USCITA: 23.08.17
  • SVILUPPO: NAUGHTY DOG
  • PUBLISHER: SONY
  • GENERE: AZIONE AVVENTURA
  • CONSOLE: PS4 ESCLUSIVA
  • VOTO:
    1.0/5 di voti (1 voti)
  • UNCHARTED: L'EREDITÀ PERDUTA

  • 16Games Uncharted lost legacy 2
    Chloe e Nadine tornano con una nuova avventura.
    Dopo l’ottimo Fine di un Ladro, il brand Uncharted torna sulla cresta dell’onda grazie a uno spin-off dal gusto particolare. Si tratta di un’avventura stand alone scollegata dalla quadrilogia classica che non vede infatti come protagonista Nathan Drake bensì il duo Chloe Frazer e Nadine Ross. 
    U1
    Catapultate nei meandri dell’India, le due cacciatrici sono alla ricerca della Zampa dorata di Ganesh, mitico artefatto desiderato anche da Asav, capo dei ribelli pronto a organizzare una rivolta grazie alle ricchezze accumulate attraverso il commercio di reperti archeologici, contrabbando e altro. 
    U2Dopo una rocambolesca introduzione, il dinamico duo si ritrova immerso in una foresta caratterizzata dalla presenza di fiumiciattoli, rovine di antiche civiltà e molto altro. 
    Con l’avanzare dell’avventura si verranno a scoprire diversi dettagli al riguardo dell’induismo, del rapporto tra Chloe e Nadine e tante sfaccettature che fungono da perfetto collante e in grado di incuriosire il videogiocatore al punto giusto da rendere particolarmente difficoltoso l’allontanarsi dallo schermo. 
    Se da un lato abbiamo apprezzato il tandem di protagoniste, dall’altro abbiamo storto il naso di fronte a un’antagonista dallo spessore fin troppo ridotto. 
    A parte qualche battuta convincente, Asav non è assolutamente in grado di tenere banco, soprattutto se paragonato a una coppia così ben assortita. E’ giusto sottolineare che la trama non brilla certo di originalità, ma alcuni colpi di scena sapranno certamente strappare delle reazioni al videogiocatore. 
    Chi non ha affrontato la quadrilogia originale potrebbe però non apprezzare a fondo alcune comparsate e riferimenti a quanto accaduto in passato. 
    Oltre alla Campagna principale, Uncharted: L’Eredità Perduta propone una modalità Sopravvivenza e una sezione in rete, le quali vanno a impreziosire la longevità di un titolo terminabile in circa otto o dieci ore, a patto di non voler mettersi a caccia dei vari collezionabili disseminati per la mappa. 
    Il gameplay di Uncharted: L’Eredità Perduta si basa completamente su quanto visto negli episodi precedenti. 
    Le fasi esplorative verranno spesso condite da funabolici salti, arrampicate e tutto ciò che Nathan Drake ha sempre eseguito. L’equipaggiamento verrà presto in aiuto della bella protagonista, dato che Chloe avrà a disposizione un comodo rampino e altri oggetti che le permetteranno di raggiungere zone altrimenti impossibili. 
    Sono inoltre presenti alcuni momenti in cui sarà necessario collaborare con Nadine, figura che diverrà presto utile sia per quanto riguarda l’esplorazione che le fasi di combattimento. 
    La vera novità di Uncharted: L’Eredità Perduta risiede nell’inserimento di una fase di gioco completamente basata sulla concezione free-roaming. Dopo un’introduzione completamente lineare, Chloe e Nadine si troveranno immerse in una foresta in cui spiccano strutture fatiscenti, fiumiciattoli, cascate e molto altro. 
    U3In questo particolare momento il giocatore può decidere di avanzare nella trama oppure andare all’esplorazione allo scopo di raccogliere quanti più artefatti possibili. Come in ogni Uncharted che si rispetti, anche Uncharted: L’Eredità Perduta è zeppo di momenti action e combattimenti sia a mani nude che utilizzando armi da fuoco di ogni genere. 
    Si va dalle classiche pistole a fucili di precisione, passando per mitra, fucili d’assalto e molto altro. 
    Gli scontri fisici vengono alternati dall’utilizzo di due tasti, i quali permettono di attaccare o parare, mentre il tasto Cerchio rimane legato alla classica rotolata, movimento utile per schivare i colpi degli avversari. 
    Ottima la IA dei nemici. Ai livelli più alti, i cattivi di turno sono in grado di mettere in campo azioni davvero imprevedibili. Al contempo, la nostra partner si dimostra essere sia un’eccelsa guerriera che una figura importante anche durante la risoluzione degli enigmi. 
    U4Impossibile non rimanere a bocca aperta di fronte al comparto tecnico di Uncharted: L’Eredità Perduta. 
    Fin dal primo momento di gioco ci si imbatterà in espressioni facciali curate alla perfezione, il tutto impreziosito dalla presenza di paesaggi mozzafiato che vanno da paesaggi metropolitani a vaste lande immerse in lussureggianti foreste. 
    Il level design è una vera chicca dato che gli sviluppatori hanno saputo sfruttare l’ampiezza delle location a tutto tondo, permettendo al giocatore di alternare momenti di scalata con fasi più lineari. 
    L’inserimento di alcune zone in cui Chloe sentirà l’impulso di scattare una fotografia è la riprova della consapevolezza del grosso lavoro fatto dal team di sviluppo al riguardo del motore grafico. 
    Il numero di dettagli sullo schermo così elevato è solitamente colpito da sacrifici creati ad hoc, in favore di una fluidità d’azione curata alla perfezione. 
    Abbiamo effettivamente riscontrato alcuni piccoli problemi legati alle animazioni dei personaggi, aspetto comunque da tenere assolutamente in secondo piano data la beltà dell’intera produzione. 
    Tanto di cappello ai dialoghi tra Chloe e Nadine. Gli scambi di battute risultano sempre interessanti dati gli approfondimenti legati sia alla trama che al rapporto tra le due protagoniste. 
    Sia i testi che i dialoghi sono stati localizzati completamente in italiano. Insomma Uncharted: L’Eredità Perduta non è solamente una mera espansione, ma riesce a tener alto il nome del franchise grazie ad un comparto tecnico eccezionale, un gameplay solido, e due protagoniste assolutamente convincenti tanto da far dimenticare l’assenza del buon Nathan Drake. Dunque se avete giocato la quadrilogia di Uncharted, L’Eredità Perduta dovrà sicuramente far parte della vostra collezione, in caso contrario ci sentiamo comunque di consigliarlo dato l’assenza di forti collegamenti narrativi con la serie•

    banner rubriche matrice 3banner card matrice 3


    16GAMES negozi in franchising di videogiochi, console, accessori, gadgets, merchandising, tornei, videogames usati ... it's play time

    Condividi sui Social