F1 2017

  • DATA DI USCITA: 25.08.17
  • SVILUPPO: CODEMASTERS
  • PUBLISHER: CODEMASTERS
  • GENERE: GUIDA
  • CONSOLE: PS4-XONE-PC
  • VOTO:
    0.0/5 di voti (0 voti)
  • F1 2017


  • 16Games F1 2017 2
    Nuove regole, nuova Formula 1, 
    si torna in pista con il nuovo F1 2017!
    Le numerose modifiche al regolamento della Formula 1 a partire da quest’anno, hanno portato una ventata di aria fresca a uno sport che ultimamente era in forte calo e tra le altre cose, anche la nostra Ferrari ne ha giovato, riuscendo a tornare competitiva al livello delle Mercedes e Red Bull. 

    F1B
    Codemasters come ogni anno si presenta sul mercato con la sua versione aggiornata del gioco su licenza dove per la prima volta vengono introdotte le nuove regole e quindi le nuove vetture, oltre a un cospicuo numero di migliorie e nuove modalità che rendono F1 2017 il capitolo della serie più completo e ricco mai rilasciato. Dopo lo scarso successo dell’edizione 2015 e un sostanziale miglioramento nel 2016, gli sviluppatori ripartono dalla cosa migliore presente in F1 2016, la modalità Carriera che viene arricchita da diversi contenuti e messa al centro dell’offerta di gioco. 
    Subito a primo impatto, la modalità Carriera è molto più curata rispetto al precedente capitolo, ampliata grazie ad una gestione migliore del reparto Ricerca & Sviluppo che ci permetterà di migliorare la nostra monoposto attraverso un menù incredibilmente più vasto e frammentato rispetto alla semplicità troppo basilare del precedente gioco. 
    Ben 115 modifiche applicabili che dovranno essere sviluppate grazie ai dati raccolti durante le prove libere, completando i programmi di guida proposti dai nostri ingegneri che si arricchiscono di due nuovi programmi inediti. 
    F1CRitroviamo quindi i programmi per la conoscenza del tracciato, il consumo delle gomme e il ritmo di qualifica ai quali si aggiungono un programma per il consumo del carburante (richiederà parecchia pratica) e un programma per il ritmo di gara, che permetterà ai nostri ingegneri di calcolare al meglio la strategia di sosta. Con i punti guadagnati in questa sorta di mini-giochi che abbiamo imparato a conoscere già in F1 2016, si dovranno sviluppare le migliorie della nostra vettura e attendere che saranno completate ovviamente, ma non è tutto. 
    I nuovi pezzi sono soggetti a difetti maggiori rispetto ai precedenti e perciò tra i vari potenziamenti ci sono una serie di bonus legati alla durabilità e all’affidabilità dei pezzi, visto che un altro importante elemento da tenere sotto controllo sarà l’usura del cambio e della Power Unit (il motore). Dal nostro fidato portatile dovremo gestire al meglio questi due elementi, fondamentali per la buona riuscita del campionato e che come da regolamento, saranno limitati. Avremo a disposizione 4 cambi per la Gearbox (il cambio) e 4 cambi per ognuno dei 6 pezzi che compongono la Power Unit, che dovremo gestire durante l’arco del campionato per mantenere la nostra monoposto competitiva e affidabile. Il concetto di base è molto semplice, facilitato dai consigli del nostro ingegnere, ma già il fatto che sia stato introdotto aumenta la simulazione del titolo, da sempre legato ad un’impronta parecchio arcade. Il resto è rimasto pressoché invariato e come da tradizione tutto piuttosto scalabile, a partire dalla difficoltà della IA e degli aiuti alla guida, potremo scegliere la durata della gara, se fare le qualifiche complete (3 round) oppure ridurle a un solo round, se attivare la safety car e il giro di ricognizione, ci sono una miriade di opzioni per personalizzare la propria esperienza in F1 2017. Si sente ancora la mancanza di un editor per il nostro personaggio, sia per il volto (poco importante alla fine) che per i caschi (decisamente più importante), anche se per la scelta del casco avremo a disposizione diversi design, parzialmente modificabili nelle colorazioni.
    Un’altra gradita (e ritrovata) aggiunta di F1 2017 che viene inclusa anche nella modalità Carriera, è la reintroduzione delle monoposto classiche (ben 12 includendo il bonus pre-order) che spaziano McLaren MP4/4 del 1988 (bonus pre ordini e day-one) alla storica Red Bull del 2010 di Vettel, passando per la leggendaria Ferrari F2004 di Schumi e Barrichello e la Renault R26 di Alonso e Fisichella, un pacchetto di auto storiche niente male a cui vengono dedicati diversi eventi su invito che ci verranno proposti durante la nostra carriera. 
    F1F
    Si va dalle prove a tempo, alle gare di sorpasso o agli inseguimenti, dove dovremo raggiungere della auto che partono prima di noi e superarle entro la fine dei giri. I vari eventi riescono a regalare delle ottime pause alla linearità del mondiale e spesso si svolgono nelle versioni corte dei circuiti ufficiali, per la prima volta introdotte nella serie (c’è anche Montecarlo di notte). Valore aggiunto non da poco è l’ottimo feeling che queste vetture regalano rispetto alle monoposto moderne, ogni vettura sia moderna che storica è stata studiata e realizzata nel gioco in maniera da regalare il feeling di guida più fedele possibile e il risultato è sicuramente ben riuscito. 
    Le vetture storiche sono le protagoniste anche dell’altra grande modalità che affianca la Carriera, la nuova e corposa modalità Campionati che ci mette di fronte e tornei caratterizzati da regole dedicate e diverse in base al torneo e che regalerà diverse ore di divertimento. Si va dalle regole classiche del campionato, al campionato con sole auto storiche, a una playlist di soli tracciati cittadini, mini-campionati con qualifiche e due round di gara per pista e molte altre combinazioni che aumentano la longevità di F1 2017 e il divertimento offerto.
    Ovviamente non mancano le modalità basiche del titolo, il gran premio singolo, le prove a tempo e il multi player online, dove si potranno usare sia le monoposto moderne che le monoposto classiche.
    Dal punto di vista tecnico, l’EGO Engine si comporta piuttosto bene e riesce a mantenere i 60fps durante la gara anche in condizioni estreme (con qualche lieve calo).
    Le texture delle monoposto sono realizzate ottimamente e la fedeltà è unica, mentre invece abbiamo notato qualche incertezza nell’antialiasing (non sempre perfetto) e nelle decalcomanie di garage e alcune tute di piloti minori. Certe volte sembra come se la console non abbia caricato il rendering ad alta risoluzione e ne utilizzi uno a dettagli minimi, sicuramente sarà risolto con una patch. Buona anche la resa degli spalti e dei circuiti, mentre ci saremmo aspettati qualcosa di più con la pioggia sia nella resa grafica che nel feeling, dove negli ultimi anni abbiamo avuto parecchi salti in avanti con Project CARS e Forza Motorsport 6. 

    Nel complesso l’offerta di F1 2017 è la più completa della serie, se siete fan della Formula 1 non può mancare e le nuove vetture lo rendono ancora più veloce e frenetico, un grosso passo in avanti rispetto al precedente capitolo e al precedente campionato Formula 1•

    F1G
    banner rubriche matrice 3banner card matrice 3


    16GAMES negozi in franchising di videogiochi, console, accessori, gadgets, merchandising, tornei, videogames usati ... it's play time

    Condividi sui Social