CRASH TWINSANITY

  • CRASH TWINSANITY
  • Forse il più irriverente

    Crash Bandicoot ‘n Sane Trilogy segnerà presto il ritorno del marsupiale sui nostri schermi, per questo abbiamo deciso di celebrare l’imminente uscita spolverando uno dei titoli più particolari e irriverenti dedicati al brand: Crash Twinsanity. Uscito su PS2 e Xbox nel 2004, Twinsanity permetteva per la prima volta di giocare nei panni del Dr. Neo Cortex, eterno rivale di Crash.
    I due si trovano infatti costretti a metter da parte le proprie divergenze e unire le forze per sconfiggere gli Evil Twins, un pericoloso duo di pappagalli mutanti intenzionati a distruggere l’Isola Wumpa. Il titolo oltre a proporre una stile grafico più cartoonesco e colorato rispetto le produzioni precedenti, introduce livelli più aperti e meno lineari seppur con qualche eccezione.
    L’altra peculiarità è invece la presenza di Neo Cortex, durante il gioco Crash può infatti usare il povero scienziato per superare alcuni ostacoli; ad esempio potremo usarlo come un comodo martello, lanciarlo contro degli interruttori, o utilizzarlo come snowboard sui picchi innevati.

    16Games franchising videogiochi 31 retrogaming 3Il gioco inoltre proporrà ogni tanto delle sezioni in cui dovremo sgominare la strada a Cortex mentre fugge terrorizzato, e in alcune occasioni potremo perfino prendere il controllo del malvagio professore in vere e proprie sessioni shoot’em up. Crash Twinsanity introduce poi un ulteriore personaggio giocabile, Nina Cortex, nipote del malvagio scienziato armata con braccia meccaniche e in grado di arrampicarsi sulle pareti.

    Crash Twinsanity non rientra certamente tra i migliori titoli della serie e si distacca molto dai capitoli classici, tuttavia è anche l’ultimo gioco decente del franchise prima dell’acquisizione dei diritti da parte di Activision.
    Il nostro consiglio è dunque quello di recuperarlo qualora ne abbiate la possibilità, e magari cercate di recuperare anche il suo prequel, Crash Bandicoot: L’ira di Cortex.
    Prima di chiudere questa recensione vogliamo lasciarvi con una piccola curiosità sul gioco: sapevate che prima dello scontro finale con gli Evil Twins fa la sua comparsa un certo draghetto viola?