i PHONE X

  • i PHONE X
  • iPhone X la rivoluzione borderless di Apple 

    iPhone X è stato presentato ufficialmente da Apple. L'azienda di Cupertino ha svelato l'attesissimo smartphone del decennale durante il Keynote che è ancora in corso in questo momento, il primo che si svolge presso lo Steve Jobs Theater. Com'era stato ampiamente anticipato dalle indiscrezioni di questi mesi, si tratta del primo dispositivo mobile della mela ad abbracciare il design borderless, una peculiarità che ha inciso su buona parte delle novità introdotte.
    Inevitabile iniziare dalla parte costruttiva di iPhone X. Apple ha operato una sorta di ritorno al passato, utilizzando il vetro per la parte frontale e per la back cover, il metallo per il frame. Una soluzione del genere non si vedeva dai tempi di iPhone 4, evidentemente dettata dalla volontà dell’azienda di Cupertino di garantire la giusta solidità all’intera struttura dello smartphone, vista l’importante riduzione delle cornici.
    iPhone X infatti, come detto in apertura, adotta un design borderless. I vari render sono stati effettivamente confermati, con la superficie anteriore del dispositivo occupata quasi interamente dallo schermo. Sulla parte superiore del display è stata integrata una sorta di “penisola”, che ospita la capsula auricolare, la fotocamera anteriore (dotata di particolari funzionalità, come vedremo) e i vari sensori.
    Apple ha dunque accantonato l’iconico tasto Home fisico con Touch ID integrato, diventato negli anni un vero e proprio marchio di fabbrica per gli smartphone della mela. iPhone X non potrà contare sul sensore per la scansione delle impronte digitali, con lo sblocco che è stato invece affidato al riconoscimento 3D del volto attraverso la fotocamera frontale.
    L’azienda di Cupertino ha fatto una scelta decisamente coraggiosa eliminando il Touch ID.
    La lettura delle impronte digitali è una funzionalità che è ormai coinvolta in una miriade di operazioni nei moderni smartphone, e non sarà semplice rimpiazzarla nell’utilizzo quotidiano degli utenti. Una delle grandi sfide che iPhone X proverà a vincere, anche grazie al sistema di gesture approntato per la parte bassa dello schermo.
    L’adozione del design borderless ha ovviamente consentito di contenere enormemente le dimensioni generali. iPhone X è largo 70.94 mm, lungo 143.59 mm e spesso 7.57 mm. Nonostante lo schermo da 5.8 pollici dunque risulta, nel complesso, più piccolo di un iPhone 7 Plus, che invece monta un display da 5,5 pollici.
    Apple ha deciso di eliminare alla fonte l’aspetto che, soprattutto negli ultimi anni, è stato oggetto di critiche in relazione agli iPhone, ovvero le cornici pronunciate. Resta da capire quale sarà l’impatto sull’ergonomia del design borderless, una valutazione che ci riserviamo di approfondire in sede di recensione.
    Caratteristiche tecniche
    hardware-handSotto la scocca di iPhone X batte il nuovo SoC A11 Bionic. Si tratta di un processore realizzato, come al solito, da TSMC, caratterizzato da una CPU hexa-core e processo produttivo a 10 nm FinFET. L’azienda di Cupertino dichiara prestazioni nettamente superiori ai predecessori, che andranno comunque confermate all’atto pratico.
    Apple ha dunque finalmente operato la transizione dai pannelli LCD agli OLED. Anche in questo caso, si tratta di una novità rilevante, considerata la politica conservativa in tema schermi adottata in questi anni
    dall’azienda di Cupertino.
    Non è escluso comunque che questa scelta possa essere stata dettata dal design borderless, visto il minor ingombro della seconda tecnologia.
    Rilevanti anche le novità per il comparto fotografico posteriore.
    Sul retro è stata infatti posizionata una dual-camera, composta da un sensore principale da 12 MP f/1.8 con stabilizzatore ottico d’immagine, accoppiato a un secondo sensore sempre da 12 MP. Tutto è coadiuvato, come sempre, da un quad-LED flash.
    Grazie alla potenza offerta dal SoC A11 Bionic e dal nuovo ISP, il top di gamma della casa di Cupertino è il primo smartphone al mondo a poter registrare filmati con risoluzione 4K a 60 fps, mentre gli slow motion riescono a raggiungere i 240 fps anche a risoluzione Full-HD.
    Sulla parte frontale è stata invece collocata una fotocamera da 7 MP. Al di là delle capacità fotografiche, la grande particolarità di questa componente è l’integrazione di un sistema, mediante sensori a infrarossi, che consente di scansionare in 3D il volto (FaceID) oltre che l’ambiente circostante. Una possibilità che offre diverse funzionalità all’interno di iOS 11.
    Ed è proprio iOS 11, ovvero la nuova versione del sistema operativo mobile targato Apple, ad essere installata di default in questo iPhone X. Oggi abbiamo pubblicato un articolo ad hoc, che vi invitiamo a leggere per approfondire tutte le novità lato software.
    Non manca il bluetooth 5.0, l’NFC per sfruttare Apple Pay, il Wi-Fi a/b/g/n/ac Dual-Band e il GPS A-GLONASS con supporto BDS e Galileo. La batteria integrata garantirà, secondo Apple, 2 ore in più di autonomia rispetto a iPhone 7. Da sottolineare il supporto alla ricarica wireless mediante una tecnologia basata sull’induzione elettromagnetica •

     

    banner card matrice 3banner rubriche matrice 3

    16GAMES negozi in franchising di videogiochi, console, accessori, gadgets, merchandising, tornei, videogames usati ... it's play time