16Games Mass effect special 1
Alla scoperta di una nuova galassia, stavolta saremo noi gli invasori ?
La saga del Comandante Shepard e della Normandy ha sicuramente segnato l’esperienza videoludica di milioni di giocatori , riuscendo ad imporsi come una delle migliori saghe videoludiche della storia e punta di diamante dell’esperienza offerta da Bioware su Playstation 3 e Xbox 360. Il terzo epico capitolo, nonostante le controversie legate al finale, è stato il punto esclamativo della saga di Shepard, il capitolo finale che ne ha concluso le storie in maniera definitiva, lasciando ben poco spazio ad eventuali spin-off e seguiti diretti con il Comandante Shepard come protagonista. 
Mass Effect Andromeda è un nuovo punto di partenza per Bioware, che tenterà di ricreare l’atmosfera epica che ha contraddistinto la prima trilogia, introducendo una nuova missione di colonizzazione e un gruppo di nuovi personaggi che speriamo riusciranno a entrare nel cuore dei fan. 
L’Iniziativa Andromeda è una missione di sola andata lanciata dalla Terra nel 2185 (anno di inizio delle vicende di Mass Effect 2) che mira a esplorare e colonizzare la Galassia Andromeda, una nuova terra promessa per la razza umana e non solo. Nella missione saranno coinvolti scienziati, ingegneri e coloni umani, Asari, Salarian e Turian, razze già conosciute nell’universo di Mass Effect che ritroveremo tra le schiere dei nostri alleati.
16Games Mass effect special 216Games Mass effect special 3
Le vicende di Mass Effect Andromeda vere e proprie avranno luogo circa 600 anni dopo l’inizio della spedizione, dove impersoneremo uno dei figli di Alec Ryder (maschio o femmina in base alla scelta del giocatore), un ex agente N7 designato per questa missione come il “Pathfinder”. Come per ogni storia di esplorazione spaziale e colonizzazione che si rispetti, gli abitanti delle Arche verranno messi in sonno criogenico per raggiungere la lontana galassia di Andromeda, ma ovviamente non va tutto per il verso giusto e l’arca dove ci troviamo noi la Hyperion, si ritroverà in una zona sconosciuta di Andromeda, senza la possibilità di contattare le altre Arche o il Nexus, una sorta di base centrale a cui fanno capo tutte le altre arche. A questo punto, con una buona parte dell’equipaggio surgelato e una galassia sconosciuta da esplorare, dovremo cercare di stabilire un contatto con le razze locali, cercare di sopravvivere ed esplorare al meglio delle nostre capacità i nuovi territori, dovendo tenere in conto che stavolta saremo noi gli alieni invasori.
16Games Mass effect special 4Non tutte le razze saranno propense a tenderci una mano e ad accoglierci a braccia aperte anzi, la maggior parte di loro ci attaccherà vedendoci come invasori, lasciandoci ben poco spazio alla diplomazia. Saremo obbligati a fare delle scelte ben precise nei confronti dei locali, che spesso non si dimostreranno cattivi, ma semplicemente impauriti dai nuovi arrivati, rendendo le nostre scelte ancora più difficili.
A livello di gameplay, Mass Effect Andromeda continua la strada intrapresa dal terzo conclusivo capitolo della saga di Shepard, riprendendone a grandi linee le meccaniche di gioco più action, a discapito di chi sperava in un ritorno alle origini con un gameplay più vicino al primo capitolo. Le scelte morali avranno ancora un ruolo importante nel gioco, ma viene abolito il sistema di valutazione del personaggio che ci costringeva a schierarci tra Eroe e Rinnegato e che influenzava in maniera pesante il finale di gioco. Gli sviluppatori hanno preferito eliminare un sistema così drastico, senza alcun mezzo termine sia per quanto riguarda i vari finali dei giochi, sia nei dialoghi dove spesso sarebbe stata gradita una terza opzione intermedia. In Mass Effect Andromeda avremo diverse opzioni a disposizione, alcune drastiche, altre più neutrali che potremo utilizzare senza il timore di influenzare troppo il finale o la nostra reputazione nei successivi dialoghi (o la nostra faccia in Mass Effect 2). 
Tra gli altri dettagli certi riguardo al gameplay di Mass Effect Andromeda, c’è questa nuova impostazione open-world che riguarderà sia l’esplorazione spaziale di Andromeda, che avverrà grazie alla nave Tempest una lontana cugina della Normandy, ma anche e soprattutto l’esplorazione dei pianeti grazie al Nomad, un veicolo da terra che rappresenta un’evoluzione del vecchio Mako, più versatile e massiccio per permettergli di adattarsi ai diversi terreni e condizioni meteorologiche che dovremo affrontare. Il meteo variabile includerà diverse intemperie drastiche come tornado e tempeste di sabbia che andranno a modificare il terreno del pianeta, costringendo gli esploratori ad adattarsi alle nuove necessità. Insomma, l’esplorazione “al buio” è uno degli elementi fondamentali in Mass Effect Andromeda e siamo sicuri verrà sfruttata a dovere da Bioware per cucire intorno a questo nuovo capitolo della saga, una storia memorabile e di alto livello.
16Games Mass effect special 6A livello di considerazioni personali, siamo molto fiduciosi nei confronti di Mass Effect Andromeda, speriamo vivamente riesca a rilanciare la saga con un nuovo percorso narrativo, ma ci piacerebbe comunque che in qualche modo vengano collegati gli eventi della prima trilogia, in particolare le drastiche vicende del terzo capitolo. Con Mass Effect Andromeda gli sviluppatori hanno un enorme vantaggio, potranno fare letteralmente quello che vogliono, hanno campo libero per creare nuove vicende, nuovi intrecci politici dei locali e nuove incredibili possibilità nelle ambientazioni, già fantastici nei primi capitoli (Omega e La Cittadella per citarne un paio), ma che in questa nuova galassia potrebbero essere ancora più mastodontici. Veramente, qualsiasi cosa abbiano in testa di creare con Mass Effect Andromeda sarà fattibile e accettata come verità, perché parliamo di un gioco quasi completamente staccato dalle vicende di Shepard, ma se riuscissero a conciliare i nuovi elementi narrativi con dei rimandi a ciò che successe nella Cittadella in Mass Effect 3, si potrebbero raggiungere dei livelli di intrecci, qualità e immersione narrativa veramente eccezionali. Ci speriamo vivamente, come speriamo anche che i contenuti del gioco siano all’altezza dei suoi predecessori, famosi non solo per l’ottima quest principale, ma anche per le missioni secondarie, sempre molto inerenti alla storyline e spesso importantissime per conquistare la fiducia del compagno al quale erano dedicate (in Mass Effect 2 ne decretavano anche la sopravvivenza nella missione finale) e per scoprirne il background storico (e anche per portarsi a letto Miranda). 
A sorpresa, non dovremo attendere molto tempo prima di scoprire la nuova galassia di Andromeda, cominciate a preparare il vostro equipaggiamento, il viaggio spaziale inizia il 23 Marzo 2017. Mass Effect Andromeda sarà disponibile per Playstation 4, Xbox One e PC Windows.
16Games Mass effect special 7