FARCRY 5 SPECIALE ANTEPRIMA

FARCRY 5 SPECIALE ANTEPRIMA


in far cry 5 c’è veramente di tutto!

dalle ambientazioni esotiche al profondo degli states,  il nuovo capitolo della fortunata serie pronto per affermarsi come l’ennesimo successo
Far Cry 5 è l’attesissimo nuovo capitolo della fortunata serie Ubisoft, che a partire dal terzo capitolo è riuscita a inanellare un successo dopo l’altro e a proporre in ogni nuovo gioco della saga, una formula ben definita e che funziona, riuscendo ad amalgamare le nuove features meglio riuscite dalle produzioni Ubisoft degli ultimi anni, che siano caratteristiche prese da Rainbow Six Siege o da Ghost Recon: Wildlands, in Far Cry 5 c’è veramente di tutto!
In Far Cry 5 ci troviamo a Hope County, una località del Montana e quindi per la prima volta ci allontaniamo dalle ambientazioni esotiche che da sempre hanno caratterizzato la serie, per avvicinarsi ad un mondo a noi più vicino, visto in centinaia di altri prodotti di intrattenimento e quindi a noi più comune.
16Games negozi franchising videogiochi Speciale FC5 2Il Montana rappresentato in Far Cry 5 è quanto di più distante possano essere gli Stati Uniti d’America, ma allo stesso tempo il gioco sfrutta il paradosso creato nella contea di Hope County per mettere in luce alcuni elementi che caratterizzano la cultura americana, primo fra tutti la liberta legata alle armi, dove in alcuni stati più ancorati alle tradizioni (come appunto il Montana) c’è davvero un’arma in ogni casa.
Ed è perciò verosimile che a Hope County la gente comune abbia formato una resistenza e si armi per combattere la malvagità di Joseph Seed, Il Padre alla guida della setta che controlla il luogo. Il Progetto dell’Eden’s Gate, questo il nome apocalittico scelto da Joseph Seed e dai suoi Messaggeri per l’organizzazione criminale che andremo ad affrontare in Far Cry 5, rappresenta il nemico principale nel gioco, non quindi un solo individuo con i suoi scagnozzi al seguito, ma un’organizzazione con un suo capo, i suoi consiglieri più fidati e un’ideologia da sradicare dal territorio di Hope County per ristabilire l’ordine. Ubisoft ha finalmente capito che in uno sparatutto in prima persona come Far Cry, serva a poco caratterizzare ogni millimetro del nostro personaggio visto che passeremo il 99% del gioco senza poterlo vedere, mentre invece è molto importante dedicare tempo e risorse alla caratterizzazione dei nemici. Pagan Min non è stato all’altezza di Vaas Montenegro e del nemico di Far Cry Primal facciamo fatica persino a ricordarne il nome, perciò speriamo che Joseph Seed e i suoi consiglieri risultino essere più memorabili rispetto ai precedenti capitoli.
Riguardo al nostro personaggio, poco si sa dell’anonimo vicesceriffo che impersoniamo in Far Cry 5, di cui per la prima volta potremo personalizzarne l’aspetto, mentre invece i riflettori sono stati puntati sulla colorata schiera di personaggi locali che dovremo reclutare durante la nostra avventura e che ci aiuteranno a sconfiggere l’Eden’s Gate.
16Games banner FC5Tra i coloriti mercenari che si uniranno alla Resistenza, troviamo il parroco armato di bibbia e pistola, il pilota di aerei per la disinfestazione, la barista del classico pub on the road, l’ex cecchino dell’esercito e il cane. Si esatto, in Far Cry 5 avremo anche un cane che potremo richiamare in battaglia!
C’è da dire che dalle prime prove del gioco, l’IA dei nostri compagni non è stata particolarmente brillante e visto l’aumento nella difficoltà generale del gioco, l’introduzione della modalità cooperativa persistente per l’intera durata della campagna, è un fiore all’occhiello dell’esperienza di gioco.
Ci siamo divertiti un mondo a giocare le missioni in co-op di Far Cry 4 e non vediamo l’ora di poter giocare l’intera campagna di Far Cry 5 con un amico, viste e considerate le nuove introduzioni dal punto di vista del gameplay.
Partendo dallo shooting, in Far Cry 5 è molto simile a quanto visto in Ghost Recon Wildlands, con il proiettile che impiega il suo tempo per arrivare a destinazione e che regala una grandissima soddisfazione quando si riesce a centrare il bersaglio, soprattutto in caso di headshot. 
16Games negozi franchising videogiochi Speciale FC5 4Rimanendo in tema armi, quest’anno Ubisoft ha voluto esagerare soprattutto gli esplosivi. Sempre presenti i vari archi e fucili già visti in Far Cry 4, ovviamente rapportati (segue) alle versioni americane e più moderne rispetto a quelle che riuscivamo a rimediare nel Kyrat, ma in aggiunta sono state introdotte delle armi molto tipiche della cultura americana come la mazza da baseball e soprattutto la dinamite. 
Far Cry 5 è ancora più esplosivo, adrenalinico e frenetico dei precedenti capitoli, senza dimenticare la possibilità di approcciare le missioni in maniera stealth. 
A supportare la nostra voglia di furtività troviamo un nuovo tipo di binocolo che ci permetterà di taggare i nemici anche attraverso le pareti e viene potenziato l’uso del rampino, adesso con la possibilità di aggrapparsi al tetto di un edificio e irrompere da una finestra in puro stile Rainbow Six Siege.
In Far Cry 5 non si scherza neanche dal punto di vista dei veicoli, dove la mappa sconfinata e incredibilmente più varia rispetto al precedente Far Cry 4, ha richiesto l’introduzione di nuovi mezzi aerei come elicotteri, aerei e idrovolanti che potremo usare liberamente nel gioco e che aprono le porte ai combattimenti aerei.
Adesso potremo finalmente rispondere al fuoco dei vari elicotteri anche in aria visto che metteremo le mani su elicotteri di ben altra taglia ed armamento rispetto ai giocattolini di Far Cry 4 e inoltre non vediamo l’ora di provare anche le battaglie aeree viste nel trailer, un’aggiunta più che gradita nel già caotico universo di Far Cry. 
Anche gli altri veicoli sono stati “americanizzati”, con l’introduzione dei tradizionali camion americani (con tanto di fiamme e aquile disegnate sul fianco) e delle muscle car. 
16Games negozi franchising videogiochi Speciale FC5 5Ci sono ancora molte cose da capire su questo Far Cry 5, ma la parola chiave è senza dubbio “esagerazione”. Ubisoft ha voluto strafare, creando un Far Cry più chiassoso, caotico e frenetico rispetto al passato, molto simile a un Just Cause se vogliamo, ma più con i piedi per terra. 
Manca ormai veramente poco e i dubbi che ci attanagliano non sono poi molti, la formula del gioco è sempre la stessa di base ed ha saputo dimostrare che funziona a meraviglia non solo nei classici Far Cry, ma anche in esperimenti inediti come Far Cry Primal. Ubisoft inoltre si è presa del tempo extra per rifinire il titolo visto che l’uscita iniziale era prevista per il 27 febbraio 2018, è stata invece posticipata al 27 marzo 2018 per avere un po’ più di tempo per pulire il codice dai vari bug, inevitabilmente presenti in un gioco così grande. 
La cura come sempre non manca da parte di Ubisoft, ci aspettiamo un grande gioco e nonostante le aspettative siano molto alte, pensiamo che possa uscire fuori una bellissima sorpresa per questo 2018 •
A cura di Valerio Turrini
16Games negozi franchising videogiochi Speciale FC5 6